Logo San Marino RTV

Casale la Fiorina: dalla nascita all'ultimo atto del progetto

Dopo la liquidazione della fondazione l'11 dicembre scorso abbiamo ripercorso la vita della struttura: dagli scopi per cui è stata creata al passaggio finale in Casa di Riposo ISS

di Giacomo Barducci
25 dic 2019
Casale la Fiorina
Casale la Fiorina

Il progetto residenza per anziani la Fiorina nasce negli intenti della Società Unione Mutuo Soccorso (SUMS) alla fine degli anni '90. Lo scopo principale è sempre stato quello di dare una risposta concreta al benessere dell’anziano e alla sua assistenza. La prima convenzione di quegli anni prevedeva che la struttura fosse a conduzione privata. Il 22 gennaio 2016 però il Consiglio Grande e Generale votò all'unanimità il passaggio alla gestione pubblica.

L'atto finale della gestione SUMS del Casale la Fiorina si è consumato ufficialmente l'11 dicembre scorso quando l'assemblea dei fondatori ha approvato il bilancio finale di liquidazione volontaria: in base agli accordi con il Governo sottoscritti il 6 febbraio 2019 allo Stato sono stati trasferiti gli immobili del complesso, ora sede della Casa di Riposo ISS, mentre alla SUMS è stato ceduto il credito verso lo Stato per il prezzo relativo dilazionato su 25 anni. “La Società Unione Mutuo Soccorso – spiega presidente Marino Albani – investirà le risorse derivanti dal credito per il settore anziani e altri scopi statutari”.

La fondazione fino al giorno della liquidazione era composta dal 50% SUMS e dal restante 50% appartenente all'Eccellentissima Camera. La struttura ad oggi dispone di 109 posti suddividi in quattro nuclei. All'interno inoltre è presente l'Associazione Sammarinese Sclerosi Multipla e un ambulatorio dove vengono disposte terapie specifiche per i propri associati.