Logo San Marino RTV

Ritornano i Fridays for Future. Gli attivisti del Titano: "A quale modello di sviluppo aspirare?"

di Alice Possidente
12 set 2020
Fridays For Future San Marino, manifestazione settembre 2019 - Foto di Nicola Giancecchi
Fridays For Future San Marino, manifestazione settembre 2019 - Foto di Nicola Giancecchi

Ritornano i Fridays for Future, gli scioperi globali in difesa dell'ambiente. "Siamo costretti a tornare in piazza per chiedere alle istituzioni di agire. La pandemia ha reso evidenti le contraddizioni del nostro sistema economico e sociale, costringendoci ad affrontare la realtà, ascoltare la scienza e trattare ogni situazione di emergenza come tale" si legge in un comunicato di Fridays For Future Italia, che annuncia, per il 25 settembre e il 9 ottobre, due giornate di protesta.

Anche a San Marino è presente un gruppo di attivisti. Nell'immediato non sono previsti eventi ma nei mesi passati il gruppo è stato molto attivo. "Dopo la fine del lockdown - fanno sapere gli attivisti - abbiamo avuto tutti bisogno di ricaricare le energie ma faremo presto una riunione generale per discutere dei due prossimi scioperi a cui prendere parte, e per organizzare i prossimi passi del movimento".

Durante il lockdown invece le attività, al contrario delle aspettative, sono state diverse. "Abbiamo sfruttato la situazione in cui tutti erano rinchiusi a casa per attivarci regolarmente sui canali social di Fridays For Future San Marino, su Facebook e Instagram" dice Carlotta Gennari, una delle attiviste sammarinesi. Spunti di riflessione per analizzare la situazione che stavamo vivendo e capire come la crisi sanitaria fosse strettamente legata a quella ambientale e climatica e uno sguardo al futuro post covid. 

"A quale modello di sviluppo aspirare per non incappare nuovamente in una tale crisi globale?" una delle domande che i ragazzi si sono posti e cui hanno cercato di dare una risposta. Sono stati organizzati anche aperitivi virtuali con esperti, "cosa che facevamo anche prima del lockdown - continua Carlotta - ma questa volta virtualmente tramite le dirette di Instagram". Tra gli ospiti un docente universitario di agronomia, una ricercatrice/divulgatrice esperta in climatologia, una guida escursionistica di San Marino, un esperto di giardinaggio sostenibile e upcycling, i ragazzi di FFF Albania. Una collaborazione con il corso di Design del prodotto dell'Università di San Marino per realizzare a fine semestre degli oggetti che fossero utili ai movimenti sociali, "quindi nel nostro caso degli oggetti utili agli scioperi in piazza" sottolinea Carlotta. E uno sciopero digitale globale, il 24 Aprile.

A Maggio poi, "la prima vera conquista di Fridays for Future San Marino a livello istituzionale", spiega Carlotta: dopo circa un anno dalla presentazione di un'Istanza d'Arengo in cui, insieme ad altre associazioni e comitati ambientalisti, Fridays for Future chiedeva il coinvolgimento della società civile al gruppo di lavoro per l'attuazione dei SDGs, sono stati invitati a prendere parte al tavolo di Lavoro insediatosi a fine Maggio. "Siamo davvero orgogliosi di questo risultato e ci impegneremo per fare si che la società civile prenda sempre più parte attiva ai processi decisionali che riguardano l'ambiente!" commenta Carlotta.