Logo San Marino RTV

Vita difficile in condominio: un'istanza d'arengo chiede regole chiare

1 mag 2007
San Marino
San Marino
Circa la metà degli italiani vive in condominio e sono circa un milione le liti pendenti per questioni legate a spese o decisioni che vengono prese nei palazzi. È quanto calcola il “Sole 24 ore” che stima in 15 miliardi di euro la spesa annua per servizi e gestione dei beni comuni.
Ogni anno si accumulano 70-90mila nuove cause e altrettante decisioni vengono prese. Se si fa una media –secondo il quotidiano economico-finanziario – ci sarebbero una lite ogni 10 famiglie e una per condominio.
A scatenarle l’uso delle parti in comune, i rumori molesti, gli interventi sullo stabile e l’esame del consuntivo. C’è anche un malessere economico. Secondo un sondaggio di Ipr-marketing, il 78% degli intervistati ha dichiarato che negli ultimi anni le spese sono aumentate e il 54% le giudica eccessive.
Una questione, quella della gestione condominiale, sentita anche a San Marino. Tra le istanze d’Arengo presentate l’8 aprile alla Reggenza, una petizione chiede proprio la regolamentazione della gestione delle strutture condominiali “divenute parte integrante del vivere sociale - spiegano i promotori - senza il supporto, però, di leggi adeguate che stabiliscano regole chiare sia per i condomini sia per gli amministratori condominiali. Regole necessarie anche nel caso di controversie”.