Logo San Marino RTV

Usc: delibera trenino, quello che i commercianti non sanno

12 ago 2015
Usc: delibera trenino, quello che i commercianti non sanno
L'Unione Sammarinese Commercianti in riferimento all'ultimo incontro svoltosi presso la Segreteria del Turismo rende nota la posizione definitiva nei confronti della scellerata delibera autorizzata alla ditta Elias Tour.
Si ribadisce il lavoro immenso di tutte le associazioni e per l'ennesima volta, dopo tre ore di trattative con la Segreteria in questione, si chiede l'assoluto ripristino della delibera del Luglio 2014 in quanto tutt'ora risulta essere l'unica concordata con tutte le associazioni, con la giunta di Castello, con le Segreterie di Stato e la ditta Benedettini. La stessa, nonostante tutto fosse in comune accordo con l’universalità delle parti coinvolte non è stata rispettata in alcuni punti specifici dalla ditta Elias Tour. L'avvento della nuova delibera è di fatto una concessione eseguita in maniera del tutto irregolare in quanto frutto di un accordo esclusivo fra le Segreterie in questione e la stessa ditta Elias Tour SENZA AVER INTERPELLATO TUTTE LE ASSOCIAZIONI E LA GIUNTA DEL CASTELLO DI CITTÀ.
La USC segnala ancora una volta che dopo l’ultimo incontro con la segreteria del Turismo ha proposto di annullare il servizio di navetta turistico e di estendere la possibilità di lasciare liberi i posti auto nei parcheggi della zona nel periodo compreso fra Giugno e metà Settembre al fine di rendere il più possibile equilibrato il flusso turistico fra la zona alta e quella bassa del centro storico, in quanto assolutamente distorsivo in maniera palese sull'equa divisione dei flussi turistici (questo servizio doveva essere attivo in andata e ritorno esclusivamente per i commercianti due volte al mattino e due volte la sera in orari diversi). Non si può concedere tanta discrezionalità nel prendere decisioni che favoriscono un unico imprenditore a scapito di tante attività commerciali esistenti. Il mancato rispetto nei confronti dei turisti in quanto una volta arrivati a destinazione non hanno nessun riferimento e nessuna informazione dettagliata dei tempi e di come ritornare al punto di partenza porta a una continua protesta degli stessi utilizzatori. Ribadiamo l’inutilità delle strumentalizzazioni che più volte in questi giorni sono apparse sui giornali in quanto riteniamo le stesse utili solo a destabilizzare l'impegno delle associazioni.
Non auspichiamo le dimissioni del Segretario al Turismo le quali non gioverebbero a nessuno e che nulla hanno a che fare con le varie posizioni politiche, confermiamo nel caso in cui le nostre richieste non vengano accolte la volontà di procedere anche per vie legali pur di ottenere il ripristino delle regole espresse sopra. Tutto questo ha portato come conseguenza un danno economico reale a tutte le zone coinvolte in modo particolare Piazzale Calcigni, la vecchia stazione, lo Stradone, tutta la parte bassa del Centro Storico inclusa via Donna Felicissima.
Segnaliamo inoltre secondo indiscrezioni che da Settembre chiuderà definitivamente l’aereoporto di Rimini su volontà del Governo Italiano per cui sin da ora ci rendiamo disponibili ad un confronto per scongiurare tale chiusura e di rendere attuabile il progetto in corso con i tour operator per attirare nuovi flussi turistici come già evidenziato nei comunicati precedenti.
Nel caso in cui ci siano persone pseudo politiche o giornalisti che vogliano utilizzare la nostra associazione per attacchi personali contro Segretari di Stato ce ne dissociamo e rigettiamo al mittente tutte le accuse a noi rivolte di scarso impegno ed incompetenza nello svolgere il nostro ruolo di associazione, ma invitiamo gli stessi a collaborare ed essere più uniti per risolvere i problemi in essere.
Si ribadisce la volontà di tutte le associazioni di poter ritrovare un dialogo che porti ad un atteggiamento costruttivo reale con le Segreterie in questione.

Unione Sammarinese Commercianti