Logo San Marino RTV

Corea del Nord, Trump: "La guerra è possibile"

28 apr 2017
Donald Trump
Donald Trump
Un conflitto “grande, grande” con la Corea del Nord, a causa del programma nucleare e missilistico di Pyongyang, è possibile. Parole e musica di Donald Trump, intervistato all'agenzia Reuters in occasione dei suoi 100 giorni alla Casa Bianca. "Ci piacerebbe risolvere le cose attraverso la diplomazia, ma è molto difficile" ha aggiunte il presidente USA.

Nell'intervista, Trump ha detto di voler far pagare alla Corea del Sud il costo del sistema antimissile Thaad (si parla di un miliardo di dollari), mentre ha annunciato di voler rinegoziare gli accordi commerciali con Seul. Trump ha quindi elogiato il presidente cinese Xi Jinping per i suoi tentativi di mediazione con Pyongyang: "Ci prova davvero, credo. Non vuole vedere caos e morte. È una brava persona, l'ho conosciuto bene". Nessun rispetto - e un tono paternalistico - per Kim Jong-un: "Ha 27 anni, suo padre muore, lui prende le redini del regime. Dite quel che volete, ma non è semplice, specie a quell’età".

Intanto i Paesi del Sud-Est Asiatico esprimono "grave preoccupazione" per i test nucleari eseguiti dalla Corea del Nord lo scorso anno e per i successivi lanci missilistici che hanno alimentato forte tensione nella penisola coreana. I ministri degli esteri della Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (Asean) hanno diffuso oggi un comunicato in cui affermano che l'instabilità nella penisola coreana ha "un serio impatto sulla regione e oltre". Alla vigilia del summit annuale dei leader dei 10 Paesi dell'Asean a Manila, i ministri esortano inoltre la Corea del Nord e tutte le parti in causa ad "esercitare autocontrollo per poter allentare la tensione e ad astenersi da azioni che possano aggravare la situazione".