Logo San Marino RTV

Il dibattito sull'Europa chiude la festa di Sinistra Unita

24 lug 2006
Il dibattito sull'Europa chiude la festa di Sinistra Unita
Il rapporto con l’Unione Europea è stato uno dei temi principali che ha segnato il dibattito di chiusura della festa di Sinistra Unita. Esponenti delle forze politiche a confronto anche con rappresentanti del mondo imprenditoriale e sindacale, come il direttore dell’Assoindustria, Carlo Giorgi e il Segretario della CSdL, Giovanni Ghiotti. Divergenti le posizioni della Democrazia Cristiana e degli industriali, che hanno manifestato perplessità sull’apertura di un processo di adesione della Repubblica di San Marino all’Unione Europea, convinti invece della opportunità di restare paese terzo. Fautori della necessità di sedersi al tavolo della trattativa sono stati gli esponenti delle altre forze politiche presenti: Giuseppe Morganti, Antonio Putti, Marco Arzilli, Mario Venturini, Livia Leardini, Antonio Volpinari e il Segretario della CSdL. 'Questo – hanno sostenuto – può consentire di valutare con la dovuta applicazione tutti gli aspetti positivi e negativi di un nuovo rapporto con l’Europa, di esplorare e verificare ciò che Bruxelles potrà offrire al Titano e viceversa, le richieste dell’Unione e i punti ai quali San marino potrà aderire'. Una discussione che non ha mancato di affrontare anche temi importanti come la riforma previdenziale e l’introduzione del secondo pilastro, la nascita del nuovo esecutivo, i suoi programmi e gli obiettivi a breve e lungo termine. Da tutti citata la riforma della legge elettorale, indicata come passaggio fondamentale per avviare una nuova stagione della politica e del rapporto con gli elettori.