Logo San Marino RTV

Parliamo di sesso e volentieri

Per gli uomini è più urgente che per le donne, lo dice la scienza

di Mirco Zani
22 gen 2020
Parliamo di sesso e volentieri

Il problema a volte annoso sulle esigenze sessuali che differenziano l'uomo e la donna genera da sempre un contenzioso infinito. Le cosidette "urgenze" hanno di fatto da sempre diviso donne e uomini e non solo per fattori fisici, ma cosa c'è di vero, e se c'è cosa è? Partiamo dall' assioma che ogni genere si esprime e sente in maniera e modi del tutto diversi, a confermarlo ci sarebbero le ricerche condotte da specialisti e studiosi della Florida State University che hanno speso fondi e energie per cercare di dare una risposta il più possibile scientifica, una sorta di conferma al fatto che maschi e femmine si differenziano su quasi tutto.

E anche nella fase dll'eccitamento è dimostrato che l'uomo si eccita più facilmente delle donne e la prima spiegazione è psicologica, mentre secondo gli studiosi, abbiamo molte fantasie sessuali e più spesso delle donne. E' dimostrato che gli uomini pensano al sesso almeno una volta al giorno di cui la maggior parte dall'adolescenza, si eccita molto facilmente perché le motivazioni che si riflettono in una risposta sessuale sono molte di più e più elementari di quelle delle donne. Sempre dalla ricerca emerge la facilità a eludere i problemi con molta facilità, da parte dell'uomo, in quanto possiede maggiori probabilità di vivere nel momento e nel presente e non è molto selettivo.

Infine, cosa che non fa onore ai signori maschi, la ricerca ha confermato che qualsiasi momento, luogo o situazione è buono per invitarci all'autoerotismo o per una sveltina, purché la nostra urgenza sessuale sia piena, nonstante ci siano orari, es. il mattino, stagioni es. l'estate nelle quali l'eccitazione e l'urgenza sessuale per tutti raggiunge il suo picco. Parlando sempre di "picco orraio" è dovuto all'aumento del testosterone in quella fascia oraria. Sul "picco stagionale" forse, il condizionale è d'obbligo, dovuto alle maggiori stimolazioni visive offerte dall'abbigliamento succinto addottato nel periodo.

Chiudiamo con il paragrafo "psiche"  dove la scienza dice che non dispiace fare sesso con persone delle quali non si è innamorati, ovvero il gusto della conquista stimolerebbe più facilmente  desiderio, sentimenti ed emozioni sessuali. Un capitolo importnte lo prende anche l'elemento "autostima"che nella sfera sessuale equivale al desiderio di sentirsi attraenti per l'altro. Vogliamo chiudere senza parlare della spada di damocle chiamate "età"? In quale stagione della vita siamo più raettivi e quando inizia l'inevitabile declino?  Gli studiosi affermano che dall'adolescenza, dopo la prima esperienza di autoerotismo, non c'è pensiero che freni fantasie e urgenze degli uomini fino ai 50 anni, quando la diminuzione del testosterone fa diminuire il desiderio sessuale.

Ma finché c'è vita c' è speranza... o era riferito ad altro?