Logo San Marino RTV

Eurolega, show di Milano al Pireo

20 ott 2018
EurolegaEurolega, show di Milano al Pireo
Eurolega, show di Milano al Pireo - Passata la grande illusione del match col Real, Milano torna. E vince in trasferta sul campo notoria...
Passata la grande illusione del match col Real, Milano torna. E vince in trasferta sul campo notoriamente infuocato del Pireo e lo fa in maniera autorevole. I ragazzi di Pianigiani riescono sempre a tenere in equilibrio il punteggio anche quando i greci innestano le marce alte. La giocano con grande calma, riescono a prendere buoni tiri ed evitano quei passaggi a vuoto dai quali ad Atene non si riemerge. Anche se per 25 minuti lo ha fatto soffrendo, sempre sotto ma a contatto, Passata la tempesta senza danni, l'Olimpia stringe le maglie in difesa limitando i rifornimenti agli esterni di casa e di fatto tagliando i lunghi dal gioco. Qui l'Olympiacos si pianta, non trova alternative e si arrende mentre Milano continua a rubar palloni . Una prova superba sotto tutti i punti di vista con Nedovic MVP.  Balbay regala la vittoria all’Efes con la tripla a due secondi dalla sirena. Il Khimki sciupa un grande ultimo quarto che aveva rimesso in partita Mosca in un match che sul -12 alla fine del terzo sembrava proprio finita. Da 55-67 a 69-69 è ancora tutto in bilico e l’Efes controsorpassa con Dunston, e poi Markovic ha spazio per colpire con la tripla che riporta la parità (76-76). Sull’84-82 Balbay si prende la responsabilità della tripla, che va a bersaglio e lascia 2” all’ultimo attacco del Khimki. Markovic da metà campo va corto lasciando la vittoria agli uomini di Ataman. Un magnifico ultimo quarto da 29 punti consente al Fenerbahce si continuare il percorso netto in Eurolega. Tutte vittorie fino ad oggi per i ragazzi di Obradovic. In un match che l'anno scorso valeva la final four i turchi vincono 75-82 dopo essere stati sotto anche di 10. Il cambio di passo nell'ultima frazione. Istanbul vince gli italiani d'oriente: 7i unti di Melli e 11 di Datome. Davanti a oltre 10.000 spettatori continua la corsa del Real Madrid. Baskonia dura solo un tempo nel quale tra prevedibili sofferenze prova comunque a stare a contatto. Uno sforzo per la squadra di Sanchez Martinez che dopo aver toccato anche il pareggio subisce il decisivo breal di 9-0 e chiude la sua partecipazione. Nessuna reazione nel quarto durante il quale Baskonia infila solo qualche canestro frutto di azioni individuali e Madrid chiude placidamente 97-79 dando addirittura l'impressione a un certo punto di aver tolto il piede dal gas.