Logo San Marino RTV

Assalto ultrà al bus, il Verona rimane a Roma

2 set 2013
Assalto ultrà al bus, il Verona rimane a Roma
Assalto ultrà al bus, il Verona rimane a Roma
Il campionato e' appena iniziato ma la follia del tifo non abbassa mai la guardia. Lo dimostra l'ennesimo episodio di dissennatezza consumatosi al termine della partita Roma-Verona, conclusasi con una rotonda vittoria giallorossa. Un risultato che non avrebbe dovuto alterare animi e tifo casalingo. Invece le cronache parlano di un arresto, tre denunciati, 8 stewards feriti e - soprattutto - il brutto episodio che ha visto protagonista il pullman scaligero, assalito quando aveva lasciato lo stadio, mentre stava riportando i giocatori e lo staff tecnico all'aeroporto. Secondo la prima ricostruzione del club veneto, il pullman dell'Hellas sarebbe stato preso di mira da un gruppetto di ultra' poco lontano dall'Olimpico, in zona Ponte Milvio. Da alcune vie laterali sarebbero usciti dei facinorosi che hanno colpito i vetri del pullman, mandandoli in frantumi. Ma la Questura di Roma parla di un lancio da parte di due persone, all'ingresso della tangenziale Est dalla corsia opposta, mentre il bus viaggiava scortato avanti e dietro, e la definisce un' ''azione ben studiata''. Il vetro del finestrino rotto era quello sinistro dietro l'autista, dove era seduto Mandorlini. I passeggeri sono stati fatti scendere e accompagnati in commissariato. Nessun ferito, ma il pullman comunque non e' potuto ripartire e il Verona, giocatori e staff tecnico, e' stato costretto a trascorrere la notte a Roma. L'episodio ha concluso una giornata 'difficile'. Gia' nel prepartita, nelle fasi di prefiltraggio del tifo gialloblù, si erano avuti degli sconti, con otto steward feriti, uno dei quali è stato trasportato al Policlinico Gemelli per ulteriori accertamenti. Un tifoso del Verona è stato denunciato per aver aggredito uno steward durante la fase di prefiltraggio. Sempre nel pomeriggio si erano verificati tafferugli e conseguenti cariche di alleggerimento da parte degli agenti nei pressi della Curva Nord. Un gruppo di 70 ultrà giallorossi aveva atteso l'arrivo dei pullman di tifosi del Verona all'esterno della Curva nord, lanciando sassi e petardi dall'esterno dei cancelli e tentando poi di scavalcarli. Una carica di alleggerimento della polizia ha evitato il contatto tra tifoserie. Due ultrà, un romanista e un veronese, sono stati fermati e tre agenti sono rimasti contusi. A prima dell'agguato al bus del Verona, il bilancio era di un arresto, tre fermi e otto steward feriti. Sotto controllo la situazione dei pullman e minivan che riportavano 800 tifosi scaligeri a Verona.