Logo San Marino RTV

Lega Pro: Forlì a rischio retrocessione

2 giu 2014
Lega Pro: Forlì a rischio retrocessione
Lega Pro: Forlì a rischio retrocessione
Tra il Druso e il Comunale di Porto Tolle passano 264 km di adrenalina, emozioni, gioie e amarezze. Anche le differenze antitetiche di chi sogna di lasciare la categoria e chi ad essa vuole rimanere aggrappata coi denti.
A Bolzano è di scena la Pro Vercelli, ospite di un SudTirol chiamato a vincere almeno una delle due sfide per sperare nella Serie B.
Nella prima frazione sono proprio i padroni di casa a rendersi pericolosi: il tacco di Corazza libera il sinistro di Turchetta, murato da Russo. Il portierone di Scazzola sarà ancor più decisivo sulla seguente punizione, che porta alla conclusione ravvicinata Fink. Con molti altri portieri della categoria, sarebbe stato 1-0.
Dagli spogliatoi emerge immediato il vantaggio: ospite, però. Scaglia timbra il quarto assist nella sua post season, questa volta a beneficio di Ciccio Cosenza, che sfrutta al massimo il buco di Facchin e sblocca l'incontro.
Il SudTirol prova a reagire, ma Furlan fa solletico a Russo. Dalla parte opposta la difesa di Rastelli si conferma in grande affanno sui traversoni tagliati di Scaglia. I padroni di casa mollano un po' la presa e la Pro sfiora il raddoppio. Sul mancino di Marchi, Facchin si salva. Mentre sul successivo destro di Iemmello è graziato dal neo entrato attaccante di Scazzola.
Termina con la vittoria di misura del Pro Vercelli, che ipoteca la promozione in Serie B: al SudTirol servirà infatti un vero e proprio miracolo per vincere di due gol al Silvio Piola sabato prossimo.
Chi invece lotta per rimanerci, in Lega Pro, sono Forlì e Porto Tolle. L'andata della finale playout è sbloccata da capitan Pettarin, che sfrutta al meglio l'assist di Segato per aprire le marcature. Il pareggio forlivese arriva dopo il raddoppio annullato a Segato. Sul fronte biancorosso è Evangelisti ad accendere la luce, Boron si prende la fascia e forse una spinta: Bernacci è il più lesto a sfruttare l'incomprensione tra Siniscalchi e Cano per offrire a Melandrio il gol dell'1-1.
Il Porto Tolle riprende a spingere, colpendo il palo con Mogos. Il numero 7 innesca poi l'azione del raddoppio col fallo laterale che Longobardi e l'ingenuità di Vesi portano in area di rigore, dove Soligo si imbroglia e Petras – ex Cesena – la sbroglia. Vantaggio meritato, che la formazione di Favaretto si porta negli spogliatoi.
Nella ripresa il Forlì parte bene il Forlì, che dopo qualche timida protesta per un presunto tocco di mano di Siniscalchi, si rimette in carreggiata con la rete di Mirko Drudi su assist di Evangelisti.
Un 2-2 che regge fino al 90', quando i due subentrati nel Porto Tolle – Ferretti e Gomes – completano l'azione avviata da Longobardi confezionando in bello stile il gol del definitivo 3-2 per i rodigini. Risultato che costringe i Galletti ad andare a caccia di una vittoria, sia quel che sia, domenica prossima al Morgagni. Pena la retrocessione tra i Dilettanti.


LP