Logo San Marino RTV

MLS, Mancosu trascina Montreal in semi. Seattle avanti con "l'aiutino"

29 ott 2016
MLS, Mancosu trascina Montreal in semi. Seattle avanti con "l'aiutino"
MLS, Mancosu trascina Montreal in semi. Seattle avanti con "l'aiutino" - L'ex Bologna - che ora potrebbe relegare a riserva Drogba - decisivo con due gol e un assist nel 4-2...
L'unico colpo esterno del primo turno playoff MLS lo firma il Montreal Impact, che espugna 4-2 il campo del DC United. Con Drogba in tribuna per problemi fisici e bizze, il protagonista – e nuovo idolo dei tifosi – è l'ex Bologna Mancosu, autore di due gol e un assist. A dare il via alle danze è un altro italiano, Donadel: pennellata dalla bandierina, Ciman ruba il tempo a Vincent e segna con un destro di controbalzo. Lo show di Mancosu parte al 43°, quando gira attorno allo spaesato Boswell e insacca l'assist al bacio di Piatti. Ed esattamente un quarto d'ora dopo cala la doppietta incornando a fil di palo un cross di Oyongo, difensori del DC come sempre non pervenuti. Dall'altra parte Bernardello salva sulla linea il colpo di testa a botta sicura di Birnbaum, Vanegas imbastisce il contropiede e l'Impact fa il quarto. Piatti arriva sulla trequarti e triangola con Mancosu, Sarvas buca la spazzata e l'argentino può battere un rivedibile Hamid. Montreal tira i remi in barca e negli ultimi 5' lo United trova le reti dell'orgoglio. Prima Neagle inzucca un traversone di Nyarko, anticipando Ciman. Quindi l'invenzione di Kemp, un missile mancino dalla distanza che s'infila a un niente dal montante. Ma è troppo tardi e in semifinale di Conference coi New York Red Bulls ci va l'Impact.

Basta una rete invece ai Seattle Sounders che eliminano lo Sporting Kansas City e si preparano a replicare la semifinale 2015 contro Dallas. L'1-0 arriva all'88° con un tuffo di testa di Valdez, che però, sul cross di Jones, parte in leggerissimo fuorigioco. In avvio di ripresa lo Sporting si era visto annullare, in una situazione simile, la rete di Besler, avanti di una spalla rispetto a Mears. Sounders graziati anche al 67°, quando il già ammonito Alonso falcia un Feilhaber lanciato in campo aperto, con l'arbitro che fa finta di niente. Oltre al direttore di gara, Seattle deve ringraziare uno strepitoso Frei – decisivo con almeno quattro miracoli – e il palo, che in avvio di partita ferma Zusi.

RM