Logo San Marino RTV

Reggiana-Ascoli 0-2

9 nov 2014
Reggiana-Ascoli 0-2
Il Picchio picchia sulla Reggiana e sul campionato. Petrone firma il primo tentativo di fuga e lascia Pisa e Spal a inseguire tre punti più giù. Per la Regia è crisetta di spallettiana memoria, secondo stop consecutivo dopo la striscia. Lanni è svelto ad anticipare Siega e ancora la la difesa bianconera a organizzarsi perchè gli emiliani non partono male, anzi. Però vanno sotto. Mustacchio imbecca Pirrone, la conclusione a mezza altezza porta in vantaggio la nuova capolista. Reagisce e dimostra di star bene, la Reggiana. Sinigaglia prova a concludere ma non trova la porta. E prima dell'intervallo è clamorosa l'occasione per far pari. Dalla fagiolada di gialappiana memoria De Giosa ci va vicinissima e sbatte sul palo.
Ripresa e l'Ascoli lascia volutamente il possesso basso ai padroni di casa. La Regia la gira e la frulla ma le conclusioni verso la porta di Lanni arrivano solo da molto lontano e in sostanza difesa alta e ripartenza non è un concetto nuovo in sè, ma molto produttivo specie se come i ragazzi di Petrone fatto alla perfezione. Quindi per completare l'impresa e togliere sugo al finale si infila Addae in mezzo all'area per il definitivo 0-2. Sinigaglia in teoria potrebbe anche riaprire, ma gira al popolo la palla della speranza. Oggi è andata così, ma contro un Ascoli così quadrato e ben messo in campo va spesso così.

r.c.