Logo San Marino RTV

La Virtus torna al successo dopo 548 giorni, 2-1 sul Cosmos

I neroverdi di Bizzotto, nell'anticipo della seconda giornata, vanno avanti con Lago e si fanno riprendere da GIovagnoli. Nella ripresa il definitivo 2-1 di Brigliadori e primi tre punti in classifica.

di Alessandro Ciacci
28 set 2019
La Virtus torna al successo dopo 548 giorni, 2-1 sul Cosmos
La Virtus torna al successo dopo 548 giorni, 2-1 sul Cosmos

L'ultima vittoria della Virtus in campionato risaliva al 28 marzo 2018: 8-1 al Murata e poi il nulla. Nella scorsa stagione la miseria di due punti tra Prima e Seconda Fase ma ora la musica sembra cambiata. L'anticipo contro il Cosmos sorride ai neroverdi di Luigi Bizzotto che tornano al successo dopo oltre un anno di astinenza. I gialloverdi, all'esordio dopo il turno di riposo, sono i primi a farsi vedere in avanti con la botta da fuori di Salvemini che Guerra smanaccia in angolo come può. La Virtus, invece, è pericolosa sui calci piazzati: angolo di Ricchiuti e Baiardi, lasciato colpevolmente solo, spara alle stelle mentre la successiva punizione del “Chico” scende tardi e sfiora l'incrocio dei pali. E' il preludio al vantaggio che arriva al 36': Brigliadori aziona il contropiede e allarga per Baiardi. L'uno-due ad ampio respiro favorisce il terzo, ovvero Ramiro Lago che in spaccata trova l'1-0 Virtus e il primo gol dell'italo-argentino in maglia neroverde. 60 secondi dopo arriverebbe pure il raddoppio con il tocco sotto misura di Baiardi ma l'assist di Mantovani arriva quando la palla è già uscita. E allora i ragazzi di Christian Protti prendono coraggio e nell'unico minuto di recupero pervengono al pareggio: ottimo scambio tra Baschetti e Salvemini sulla sinistra, la sfera taglia tutta l'area e l'inserimento di Giovagnoli è vincente. Destro preciso e potente, Guerra non può nulla.

Ad uscire meglio dagli spogliatoi, però, è ancora la Virtus. La retroguardia di Serravalle libera male, Brigliadori aggancia al limite e batte per la seconda volta Gregori. Bizzotto ora corre ai ripari, la squadra si chiude e il Cosmos si fa vedere solo con la spaccata di Della Valle su suggerimento di Zafferani. Dall'altra parte Lago ignora Mantovani e calcia male dai 30 metri ma poco conta. I gialloverdi non ne hanno più e a festeggiare è solo la Virtus, 548 giorni dopo.