Logo San Marino RTV

Caldo record: da domenica probabile calo delle temperature, ma l'attenzione resta alta

5 ago 2017
Caldo record: da domenica probabile calo delle temperature, ma l'attenzione resta alta
Caldo record: da domenica probabile calo delle temperature, ma l'attenzione resta alta - Intanto l'Italia si mette in viaggio per le ferie.
La tregua è vicina, forse. Tra bollettini e allarmi, sembra di essere in un film di guerra. Invece stiamo attraversando un'estate infuocata. Talmente calda che nemmeno dopo il tramonto si è riusciti ad avere un po' di refrigerio.
A breve i disagi dovrebbero finire, perché da domenica il maltempo proveniente dal nord Italia dovrebbe progressivamente scendere fino all'Emilia Romagna.
Ma al momento l'attenzione resta, soprattutto per le fasce più a rischio come anziani e bambini. La protezione civile di San Marino ha diramato un'allerta valida per tutta la domenica.
Nonostante un leggero calo, le massime si manterranno comunque tra i 35 e i 38 gradi. L'umidità rimarrà alta, specie di notte.
Da domani, dovrebbe esserci un aumento dell'instabilità con probabilità di locali temporali intensi. Il sito web Meteo.sm prevede, per domenica, una minima di 24,7 gradi che scenderà fino a 16,9 lunedì.
Allerta anche in tutta l'Emilia Romagna. La protezione civile regionale avverte della possibilità di rovesci 'domenicali', ma allo stesso tempo parla di una situazione “sostanzialmente stazionaria” rispetto a quella attuale. In rosso, le zone più calde di oggi.
Scenario di fuoco anche in autostrada, perché siamo nel primo weekend agostano. Gli italiani vanno in ferie, con conseguenti congestioni di traffico. Nelle scorse ore, si sono registrati rallentamenti e code ad esempio in A14, nell'area bolognese. Se gli automobilisti boccheggiano, gli albergatori brindano. Sono 34,4 milioni gli italiani che hanno scelto di andare in vacanza tra giugno e settembre. Secondo Federalberghi, i villeggianti sono aumentati del 3,2% rispetto all'estate 2016. La stragrande maggioranza dei cittadini – il 78,6% - rimarrà in Italia. La meta preferita è il mare, scelto dal 68,3% dei vacanzieri. Almeno loro si potranno rinfrescare con un bel bagno.

Mauro Torresi