Logo San Marino RTV

Segreteria al Turismo sulla questione della “Carta ospite San Marino”

13 ago 2013
La Segreteria  per il Turismo sulla questione della “Carta ospite San Marino”
La Segreteria per il Turismo sulla questione della “Carta ospite San Marino”
In riferimento a quanto apparso sulla stampa relativamente all’esistenza di una “Smac card per turisti russi”, la Segreteria di Stato per il Turismo, svolte le opportune verifiche, precisa che ad oggi non è pervenuta alcuna comunicazione o informazione relativa al possibile utilizzo di una “Carta ospite San Marino” rivolta in particolar modo a turisti russi e non è stata concessa alcuna autorizzazione in questo senso. L’utilizzo, inoltre, che viene fatto dello stemma della Repubblica avviene in violazione delle disposizioni in materia.
Risulta opportuno specificare che è intenzione del Governo predisporre a breve lo sviluppo e l’implementazione di una vera e propria Smac card turistica prettamente sammarinese rivolta a turisti di ogni nazionalità, che ricomprenda all’interno l’intero circuito ad oggi esistente del “Tutto San Marino”. Il presupposto fondamentale per il suo funzionamento dovrà essere la totale adesione da parte delle attività commerciali, artigianali, alberghiere e della ristorazione al circuito, nonché l’estensione del circuito stesso ai servizi per il visitatore come pagamento parcheggi, funivia, taxi, servizio visite guidate e accesso ai musei.
L’emissione di eventuali fidelity card da parte di Tour Operator, anche stranieri, che intendano fornire un servizio supplementare al cliente non risulta essere vietata, in quanto rientra nell’ambito della libera iniziativa imprenditoriale di ciascuno. Si ritiene, tuttavia, importante sottolineare che tale servizio, nel caso di effettiva realizzazione, deve essere fornito nel rispetto di quelle che sono le disposizioni vigenti in materia, evitando qualsiasi attività di intermediazione commerciale volta ad indirizzare o a condizionare la libera scelta di acquisto delle singole persone o gruppi di persone, al fine di trarne beneficio economico o ricavarne altra utilità personale non dovuta, ed evitando quindi azioni lesive della dignità e della professionalità degli operatori commerciali.
La promozione di tali strumenti di tipo privato e non autorizzati dalle Istituzioni sammarinesi non rientra in alcun modo nella logica della politica turistica condotta dalla scrivente Segreteria di Stato e differisce dal progetto della Smac Card turistica promossa dal Governo; sarà comunque cura e impegno degli Uffici competenti provvedere ad ulteriori e opportuni controlli.


La Segreteria di Stato