Logo San Marino RTV

Appello degli industriali alla politica: "Chiediamo coesione e stabilità", aumentano i fatturati delle imprese ma meno investimenti

Al Kursal l'assemblea annuale che delinea il quadro economico del Paese

3 dic 2019
sentiamo William Vagnini, Neni Rossini e Mauro Marè
sentiamo William Vagnini, Neni Rossini e Mauro Marè

A pochi giorni dalle elezioni, gli industriali lanciano un appello alla politica. Nel giorno dell'assemblea generale l'Anis esorta a ritrovare uno spirito di unità nel Paese, da raggiungere insieme a una serie di obiettivi prioritari. Tra questi, un rinnovato rapporto con l'Italia, l'accordo di associazione con l'Ue e l'introduzione del sistema Iva.

Durante l'evento sono stati presentati i dati del settore, sulla base di un largo campione di associati. Positiva la situazione generale. Aumentano i fatturati: da 1 miliardo e 292 milioni del 2015 al miliardo e 441 milioni del 2018. Brusco calo, però, degli investimenti scesi dai 93 milioni di euro del 2017 ai 19 milioni dello scorso anno. Il basso ricorso al debito è una delle possibili cause. Allo stesso tempo, si è verificato un maggiore prelievo di utili rispetto al passato. Diminuisce, nel 2018, anche il capitale netto cumulato e, allo stesso tempo, si incrementano i costi del personale. Tra i motivi c'è l'aumento delle assunzioni, con 5.711 occupati in media lo scorso anno.

Dallo studio emerge anche che le aziende del campione lo scorso anno hanno contribuito per oltre il 42% dell'Igr complessiva versata. Ospite dell'assemblea Mauro Marè, docente di scienze delle Finanze alla Luiss e presidente della Commissione per le spese fiscali del Ministero dell'Economia.

Nel video, le interviste a William Vagnini (segretario generale Anis), Neni Rossini (presidente Anis) e a Mauro Marè (presidente Commissione per le spese fiscali Ministero dell'Economia)