Logo San Marino RTV

Approfondire per scegliere: San Marino a confronto sull'IVA

San Marino si confronta sull'opportunità di sostituire l'attuale imposta monofase. Anis chiede un'accelerazione, Osla chiede proiezioni per valutare l'effetto sui consumi interni.

25 ott 2019
Neni Rossini E Giampaolo Giuliani
Neni Rossini E Giampaolo Giuliani

“Un aereo può portare sia bombe che aiuti umanitari. Tutto dipende dall'uso che se ne vuole fare”. L'IVA è strumento dunque, dipende da scelte politiche, da come verrà gestita e disegnata, dalle aliquote che interverranno. Ed è sulla duttilità che può permettere la creazione di sistemi adeguati alle diverse categorie economiche che insiste Giampaolo Giuliani, relatore del Convegno promosso da Anis che ha visto a confronto i partiti politici che in questi giorni stanno mettendo a punto i programmi elettorali, le altre associazioni economiche ed i sindacati.
Il professore è uno dei maggiori esperti sulla disciplina dell'Iva in Italia e, nel mettere in chiaro le caratteristiche di questa imposta ed il suo impatto sulla economia, non ha dubbi sulla convenienza che avrebbe San Marino nel dotarsene: “Significherebbe dotare la Repubblica- ci risponde- di uno strumento moderno, che renderebbe più facile il dialogo tra operatori sammarinesi e mercato europeo”. Sull'Iva, Anis ha avuto sempre una posizione molto chiara, ed il convegno diventa l'occasione per riannodare la storia recente, di una riforma partita nel 2013 ed ancora ferma al palo. Con la speranza dicono di fare cadere i tanti equivoci che hanno accompagnato da sempre le accese discussioni per la sua eventuale introduzione a San Marino. Per Neni Rossini una scelta è stata fatta da 150 Paesi nel mondo da quelli più piccoli a quelli più grandi. "Tra i piccoli Stati ci sono Malta e Cipro ed in questo modo hanno permesso alle proprie aziende ed imprenditori di accedere più facilmente al mercato unico europeo e di essere maggiormente competitive sui mercati internazionali". Un confronto importante, ma altre categorie, come Osla per esempio, chiedono tempo. Perché prima di fare una scelta così importante, in una economia come quella sammarinese dove il 95% della aziende hanno meno di dieci dipendenti, occorre conoscere prima l'orientamento della linea politica su proiezioni chiare, per valutare l'effetto dello strumento sui consumi interni 

Nel video l'intervista a Neni Rossini, Presidente Anis ed a Giampaolo Giuliani, docente di Economia