Licenziamenti Karnak e cassa integrazione al centro dell’incontro fra sindacati e Segretario al Lavoro

19 lug 2012
Licenziamenti Karnak e cassa integrazione al centro dell'incontro fra sindacati e Mussoni - -
Gli occhi dei 21 dipendenti licenziati da Karnak sono tutti puntati sull’incontro di lunedì, round decisivo tra proprietà, sindacati e Segreteria al Lavoro. Ieri un’apertura c’è stata, e si spera che l’ipotesi della cassa integrazione diventi realtà. CSU e USL sanno che in autunno è prevista un’ulteriore verifica da parte dell’azienda e vogliono che si arrivi a questa data con l’organico ancora integro. Non preoccupano però solo Karnak e Titanedi. Anche il Call Center Opera minaccia lo sciopero. Francesco Mussoni sta lavorando anche su questo fronte. Ha già ricevuto un piano di finanziamento da parte dei soci ed è fiducioso che vengano mantenuti i posti di lavoro. La crisi della politica si affianca a quella occupazionale. A settembre riapriranno le aziende, e forse ci saranno nuovi tagli. In quel periodo il Governo potrebbe essere alle prese con le elezioni. Mussoni però tranquillizza: l’attenzione resterà alta, così come l’attività di supporto alle aziende. Poi guarda al futuro. La situazione è complessa e il Governo che verrà dovrà essere più che mai forte per affrontarla. Nel video l’intervista al Segretario al Lavoro Francesco Mussoni

Monica Fabbri