Logo San Marino RTV

Atalanta-PSG, bergamaschi a caccia di un sogno. Gasperini: "O vinceremo o impareremo"

Questa sera (ore 21) scatta la Final Eight di Champions League a Lisbona con il primo quarto di finale. Chi passa affronta la vincente di Lipsia-Atletico Madrid in semifinale.

di Alessandro Ciacci
12 ago 2020

Nè Bergamo, né Parigi. Il “Da Luz” di Lisbona sarà teatro del primo quarto della Final Eight della Champions post-Covid. Atalanta-PSG è una delle sfide più interessanti del lotto, dal blasone non ci sarebbe storia con i campioni di Francia ma la realtà è un'altra. La formazione bergamasca è reduce dal terzo posto in Serie A – il secondo consecutivo – e il prossimo anno si siederà ancora una volta al tavolo delle più forti d'Europa. Ma prima c'è da finire una Champions iniziata da incubo ma proseguita da sogno, compreso il doppio successo con il Valencia agli ottavi. Per Gasperini qualche nodo da sciogliere prima delle 21. Sicuramente non ci saranno Ilicic e Gollini. Tra i pali, quindi, spazio a Sportiello. Poi un ballottaggio per ruolo nel 3-4-2-1 classico del “Gasp”: Caldara più di Palomino in difesa, Hateboer più di Castagne sull'esterno e Pasalic più di Malinovskyi nella batteria dei trequartisti. Davanti il "Papu" Gomez e Duvan Zapata.

Sponda PSG, l'attesa è tutta per Kylian Mbappe. L'asso francese è reduce dall'infortunio subito alla caviglia in finale di Coppa di Francia e dovrebbe prendere parte del match, solo a partita in corso. Occhio però alle sorprese dell'ultima ora. Chi è sicuro del posto, invece, è Neymar: 12 reti nelle ultime 16 gare “da dentro o fuori”. Una sentenza, praticamente. Il tecnico parigino Thomas Tuchel è fiducioso per centrare le tanto agognate semifinali.

Nel servizio le interviste a Gian Piero Gasperini, allenatore Atalanta, e Thomas Tuchel, allenatore PSG.