Logo San Marino RTV

Cesena-Reggio Audace apre il 14° turno di C

Stasera si gioca al Manuzzi: domani Sambenedettese-Rimini e Vis Pesaro-Imolese, lunedì Ravenna-FeralpiSalò

di Riccardo Marchetti
9 nov 2019
Cesena-Reggio Audace apre il 14° turno di C
Cesena-Reggio Audace apre il 14° turno di C

Il 14° turno di C si apre e si chiude nella Romagna colabrodo, quella che, con Cesena e Ravenna, ha, insieme al Fano, le due peggiori difese del campionato. I bianconeri stasera ricevono la Reggio Audace terza in classifica, che per contro ha il miglior attacco del torneo. In più i granata hanno il doppio dei punti e sin qui hanno perso una sola volta e vengono da due successi in fila, mentre il Cavalluccio ha zero vittorie nelle ultime sei e ha solo la differenza reti a tenerlo fuori dai playout. Modesto è senza Cortesi, Russini e Sabato, promuove Marson al posto di Agliardi e dietro a Butic pensa a Borello e uno tra Franco e Zerbin.

Compito altrettanto arduo, lunedì, per il Ravenna, che in classifica ha un punto in più dei bianconeri. Un punto che è quanto racimolato nelle ultime 4 giornate, mentre di fronte c'è una FeralpiSalò rilanciata da Sottili con tre vittorie e un pari. Foschi non avrà Purro e Pellizzari, mentre spera di recuperare Ricchi - ko in Coppa col Cesena – Sabba e Martorelli.

In mezzo c'è la domenica del Rimini, che battendo la Vis ha posto fine a un'astinenza che durava dalla prima giornata. Per tentare il bis c'è una Sambenedettese che viene da un poker di sconfitte, però tocca sfatare un tabù chiamato trasferta: sin qui hanno dato ai biancorossi appena tre punti, nessuno nel girone ha fatto peggio. Cioffi è senza Variola, Cozzari, Van Ransbeeck e Petrovic.

Chi è in periodo positivo è l'Imolese, che ha un solo ko nelle ultime 5 e ormai vede i playout. Nello scontro salvezza sul campo della Vis Pesaro, Atzori recupera Checchi e Della Giovanna, mentre restano fuori Maniero, Alimi e Provenzano.

Proprio a Imola ha frenato, dopo tre vittorie, il Sudtirol, terzo con la Reggio e atteso dal big match con la capolista Padova, in una partita che può valere l'aggancio. Spettatore interessato il Vicenza, tornato secondo proprio dopo il ko coi biancoscudati e atteso, al Rocco, dalla Triestina. Tra le aspiranti squadre da prima fascia, il Carpi riceve il pericolante Arzignano, la Virtus Verona cerca il rilancio sul campo della Fermana e il Piacenza ha in casa il Gubbio. Gli umbri intanto hanno tesserato il difensore classe '85 Andrea Coda, 10 stagioni e 218 partite in A. Completa il turno Modena-Fano.