Logo San Marino RTV

Paolo Persoglia più forte della febbre è bronzo nel judo

Battuto in finale il monegasco Grinda

di Elia Gorini
28 mag 2019
Paolo PersogliaLa prima medaglia è bronzo
La prima medaglia è bronzo

E' di bronzo la prima medaglia di San Marino ai Giochi del Montenegro 2019. Paolo Persoglia è più forte della febbre che lo ha costretto a saltare la cerimonia d'apertura. Parte bene la giornata del judoka sammarinese che batte nel primo incontro l'andorrano Nsir Marquillo e passa subito il turno senza grossi problemi. Per l'atleta del Titano si aprono le porte dei quarti di finale. La febbre che sale, si fa sentire nel secondo match contro l'islandese Blondal. Arriva una sconfitta che costringe Persoglia al tabellone per il terzo posto. Il judoka sammarinese ritrova vigore e contro Kunnert arriva un successo che vale l'accesso alla finale per il bronzo. Non c'è storia sul tatami di Cetinje. Gli occhi di Paolo Persoglia raccontano tutta la determinazione possibile. Il sammarinese batte la febbre e il monegasco Grinda. Una finale a senso unico, con il judoka del Titano che ottiene subito wazari, un punto tecnico, poi l'ippon che chiude in anticipo il match. E' medaglia, la prima di San Marino, poteva anche essere di altro coloro, ma alla fine è un bronzo strameritato, che varrebbe un oro per Paolo Persoglia, per un atleta che ha battuto anche la febbre.