Logo San Marino RTV

Congo: uccisi due manifestanti, accuse a caschi blu

26 ago 2013
Congo: uccisi due manifestanti, accuse a caschi blu
Congo: uccisi due manifestanti, accuse a caschi blu
La missione Onu nella Repubblica democratica del Congo ha ordinato un'inchiesta sulla morte di due manifestanti nella città orientale di Goma, dove alcuni abitanti hanno accusato i caschi blu uruguaiani di aver ucciso i civili sparando sulla folla. Il capo della Missione delle Nazioni unite per la stabilizzazione nella Repubblica democratica del Congo (Monusco), Martin Kobler, ha condannato la morte di "due manifestanti durante gli eventi della giornata del 24 agosto a Goma", senza precisarne le circostanze. In una dichiarazione pubblicata sul sito della Monusco, Kobler ha "chiesto l'apertura di un'indagine congiunta condotta dalla polizia della Repubblica democratica del Congo della Missione delle Nazioni unite per la stabilizzazione". Sul posto, alcuni testimoni hanno accusato ieri i caschi blu uruguaiani di essere responsabili di queste due morti: "Hanno sparato al nostro gruppo, due persone sono morte sul posto e quattro sono rimaste feriti e portate in ospedale", ha detto Augustin Matendo. Secondo il testimone, i manifestanti stavano cercando di entrare in un campo ai margini dell'aeroporto dove stazionano i soldati uruguaiano della Monusco. Secondo una fonte militare occidentale coperta dall'anonimato, "il distacco uruguaiano è stato travolto dalla folla che cercava di entrare nel campo e ha sparato per disperderla".