Logo San Marino RTV

Giornata Mondiale dei Prematuri, l'associazione Pro Bimbi chiede maggiori tutele

Nel mondo ogni anno circa 15 milioni di bambini (uno su dieci) nascono troppo presto.

di Filippo Mariotti
16 nov 2019
Giornata Mondiale dei Prematuri, l'associazione Pro Bimbi chiede maggiori tutele

L’associazione Pro Bimbi ricorda la Giornata Mondiale dei Prematuri (World Prematurity Day) che si celebra ogni 17 novembre e ringrazia l’ISS che, tra le proprie iniziative, illuminerà di viola - colore che contraddistingue questa giornata - la Terza Torre. Ma ancora oggi a San Marino – scrive l'Associazione - “non esiste nemmeno la maternità anticipata, per cui chi ha una gravidanza a rischio viene posto prima in “malattia” e poi in maternità obbligatoria, rischiando così di terminarla prima ancora dell’uscita dall’ospedale”.

Le famiglie sammarinesi di bambini prematuri – viene ricordato - vengono assistite dall’Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale (T.I.N.) dell’Ospedale Infermi di Rimini, centro di eccellenza italiano che ricovera più di 800 neonati all'anno dei quali 50-60 inferiori al chilo e mezzo. Una delle poche realtà – riporta una nota - ad avvalersi della certificazione NIDCAP: una forma di assistenza al neonato ed ai suoi genitori che individualizza le cure in base all’ascolto e alla rilevazione di bisogni del paziente e della sua famiglia. Un approccio in cui i genitori, anche con l'aiuto di una psicologa, sono parte integrante della terapia.

L'Associazione chiede ora una legge specifica che tuteli le famiglie dei prematuri, come un congedo che parta dal momento delle dimissioni e non della nascita. Come Associazione – termina il comunicato - auspichiamo che vengano riviste e ampliate le tutele a sostegno della famiglia, a partire dalla gravidanza (specie se a rischio) e che venga finalmente normata anche la prematurità.

Leggi il comunicato integrale