Logo San Marino RTV

Sale in Cina il numero delle vittime da Coronavirus. A San Marino riunito il gruppo per le emergenze sanitarie

Fornite indicazioni per i sammarinesi che fossero di rientro dalla Cina. Il gruppo ha comunque confermato rischi di diffusione molto bassi in Repubblica.

di Giacomo Barducci
4 feb 2020
Sale in Cina il numero delle vittime da Coronavirus. A San Marino riunito il gruppo per le emergenze sanitarie
Sale in Cina il numero delle vittime da Coronavirus. A San Marino riunito il gruppo per le emergenze sanitarie

Sale a 425 il numero delle vittime da Coronavirus in Cina. Oggi a San Marino nuova riunione del Gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie. L'incontro è servito per fornire aggiornamenti sul virus alla luce delle procedure adottate da Italia e diversi paesi europei sulle misure di contenimento dell'epidemia. Fornite inoltre indicazioni per i sammarinesi che fossero di ritorno dalla Cina. Predisposto dalla Segreteria di Stato agli Esteri un numero telefonico di contatto per agevolare le operazione di rientro. L’indicazione per gli assistiti ISS che rientrano dalla Cina è quella di contattare il proprio Medico curante oppure, dopo le 18, nei festivi e nel fine settimana, la Guardia Medica al numero 3316424748, per ricevere le informazioni sanitarie necessarie caso per caso.

Il gruppo ricorda alla cittadinanza di seguire le normali precauzioni e norme igieniche già diffuse nei precedenti comunicati, quali evitare di recarsi in zone endemiche per la presenza del virus, di lavarsi regolarmente le mani e di utilizzare i comuni dispositivi di sicurezza individuale.

Per chi si trova in transito a San Marino (turisti e lavoratori) senza rapporto ISS attivo e avessero necessità di assistenza o di informazioni di carattere sanitario, devono chiamare i numeri di telefono della Centrale Operativa delle Forze dell’Ordine (0549 888888) o della Protezione Civile (0549 887088) che forniranno i contatti con i Medici di riferimento.

Il gruppo per le emergenze sanitarie ha comunque confermato che i rischi di diffusione del virus per la comunità sammarinese restano al momento molto bassi. Per quanto riguarda il diciassettenne italiano rimasto a Wuhan non ha il coronavirus e si dice “molto tranquillo”. I governi di Parigi, Londra e Berlino invitano i loro connazionali a lasciare la Cina "a titolo precauzionale".

 Nel servizio l'intervista a Fabio Berardi (Capo della Protezione Civile)