Logo San Marino RTV

Eurolega: la prima sconfitta di Siena, la quinta di Pianigiani

1 feb 2013
Eurolega: la prima sconfitta di Siena, la quinta di PianigianiSiena, il primo stop è blaugrana
Siena, il primo stop è blaugrana - La squadra di Banchi travolta dal Barça. In difficoltà Pianigiani che perde la sua quinta partita su...
Serata amara per l'Italia e per gli italiani. Dopo un filotto di 5 vittorie, la striscia di Siena si interrompe al Palau Blaugrana di Barcellona. In casa di una delle pretendenti arriva una sonora sconfitta (85-66) che porta i catalani in vetta al gruppo F in virtù dello scontro diretto a favore. Chi mantiene invece il 100% di vittorie nelle Top 16 è il Real che esce vincente dalla sfida stellare contro il CSKA, regolato 86-78.
Come l'Italia piange anche la Germania: poca cosa il basket tedesco se relazionato a questi livelli. Alba Berlino incassa la sua quinta sconfitta a Kaunas. I lituani dello Zalgiris sono già +9 con la tripla di Kuzmiskas a metà del secondo quarto: la forbice si allarga sempre più, frutto delle grandi giocate dei solisti lituani. Non ha poteri magici la lavagnetta di Obradovic, che incassa così l'ennesima sconfitta: il finale da Kaunas è 92-56 per i verdi lituani.
Besiktas – Maccabi era l'altra sfida in odor di vittima sacrificale. Scavano subito il solco che porterà alla vittoria, gli israeliani. A suon di schiacciate e triple il Maccabi allunga sempre più, i turchi a stento reggono il ritmo, pur dimostrando ottime abilità nel pitturato.
Ma il Maccabi è un'altra cosa, e meritatamente ottiene una schiacciante vittoria per 77-55, la seconda in queste Top 16.
Olympiacos – Fenerbahce sembrava invece l'avvicendamento più equilibrato e così, per almeno metà partita, lo è stato. Canestri in serie da ambo le parti hanno mantenuto in bilico il risultato. Spanoulis è in serata di grazia, Pianigiani lo sa e cerca il modo per arginarlo. Il suo imprinting pare inizialmente fruttuoso, tanto da portare al sorpasso con la tripla di Uros Tripkovic. A spaccare la partita, a ridosso dell'intervallo, è Spanoulis, con una bomba senza ritmo che lascia tutti basiti: Pianigiani non nasconde il suo disappunto.
Nel secondo tempo solo Olympiacos sul parquet che con uno Spanoulis in grande spolvero inguaia il Fenerbahce del CT azzurro, capace di vincere solo una sfida in queste Top 16. Esattamente l'opposto della sua Siena.

Luca Pelliccioni