Logo San Marino RTV

Abusi ambientali nel riminese

9 ago 2004
Abusi ambientali nel riminese
Questa volta non l’hanno fatta franca. I responsabili di 3 grossi abusi ambientali, sono stati individuati dal reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Rimini e ora rischiano l’arresto e multe dai 10.000 ai 50.000 euro. Il primo intervento delle fiamme gialle è stato eseguito in località Piallassa Piomboni di Ravenna. In un’area sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale erano state individuate – durante una ricognizione aerea - alcune costruzioni abusive. Subito è scattato il sopralluogo della Guardia di Finanza. Giunti sul posto gli agenti hanno scoperto un’enorme quantità di ferraglia e detriti. Tutto era depositato sul terreno agricolo, senza alcuna precauzione. 25.000 tonnellate di rifiuti vari provenienti da demolizioni; decine di accumulatori al piombo, immobili in stato di abbandono. L’area è stata posta sotto sequestro ed è stato denunciato il legale rappresentante della società di trasporti, proprietaria del terreno. Sempre nel ravennate il secondo intervento: sequestrata un’area di circa 24.000 metri quadri adibita a discarica abusiva. 3 i soggetti implicati che dovranno rispondere di vari reati in materia ambientale. Fiamme gialle in azione anche nel Riminese. A Bellaria Igea Marina – in una ditta di autotrasporti – è stata riscontrata la presenza di rifiuti speciali giacenti in stato d’abbandono. Il proprietario è stato denunciato a piede libero dalla Procura della Repubblica.