Logo San Marino RTV

Incidente in Iraq: il rientro delle salme in patria

2 giu 2005
Incidente in Iraq: il rientro delle salme in patria
L'aereo con a bordo le salme dei quattro militari morti in Iraq è atterrato ieri in tarda serata all'aeroporto militare di Ciampino. Sulla pista ad attendere le bare dei 4 militari il ministro della Difesa, Martino, il capo di Stato maggiore della Difesa, Di Paola. I solenni funerali dei quattro militari verranno celebrati il 3 giugno alle 10.30, all'aeroporto militare 'Fabbri' di Viterbo. A bordo dell’aereo il cappellano militare ed anche il comandante Filippo Camporesi: nell’incidente dell’elicottero Ab 412 ha perso tre dei suoi uomini migliori, partiti per l’Iraq pochi giorni fa dalla base di Rimini di cui è il comandante. A Ciampino, ad accogliere le bare, anche molti militari del 7° 'Vega' di Rimini. Poggio Berni, comune di residenza del capitano Marco Briganti, è ancora sotto choc. Tutti stretti attorno alla giovane vedova dell’ufficiale, Simona Lattanzi. Stessa atmosfera a San Martino in Strada, frazione di Forlì, dove vivono i genitori e la sorella di Marco Briganti e dove – con tutta probabilita’ – sara’ tumulata la salma. Domani la bandiera dell’esercito e i vessilli dell’unita’ dell’ aviazioane leggera saranno listate a lutto, nella tradizionale sfilata militare del 2 giugno, ai Fori Imperiali, a Roma. I funerali saranno celebrati venerdì 3 giugno, in un hangar del 28° Tucano, presso la base del reggimento antares di Viterbo. A Nassirya sono gia’ al lavoro, intanto, i sei membri della commissione d’inchiesta che indaga per accertare le cause della caduta dell’AB-412. Tutto, allo stato attuale, fa pensare che si sia trattato di un incidente determinato da pessime condizioni di visibilità: quando l’elicottero è precipitato, poco prima dell’alba, nel deserto iracheno imperversava una tempesta di sabbia.