Logo San Marino RTV

Post-emergenza Covid: dal Segretario Ciavatta prospettive e anticipazioni, opposizioni critiche sulla questione eventi

Anche se si torna dalla Francia sarà necessario il tampone. In Commissione Sanità si è parlato di stabilizzazione Iss che riguarderà anche il personale non sanitario

di Mauro Torresi
15 set 2020

La nuova stagione è in arrivo, con le incognite per un nuovo possibile peggioramento della situazione Covid, e il Titano si organizza. Il responsabile alla Sanità, Roberto Ciavatta, riferisce in Commissione circa gli ultimi sviluppi del post-emergenza. Si è al lavoro su più fronti, dal piano per affrontare eventuali ondate all'approvvigionamento di materiali, specie per eseguire i tamponi, fino alla predisposizione di luoghi per le quarantene nel caso non ci fossero spazi necessari nelle abitazioni.

Uno dei temi più rilevanti è quello del vaccino a cui il mondo intero sta lavorando. Il Titano, spiega Ciavatta, potrà ottenerlo tramite l'Italia, grazie ai rapporti con l'Oms, quando sarà disponibile. Nel riferimento spazio anche ai dati e alle anticipazioni: sono in preparazione nuovi grafici sulla pandemia; analisi dalle quali emerge che Domagnano è stato il Castello più colpito. Riferimento anche alla Banca di sviluppo del Consiglio d'Europa e al prestito per coprire parte delle spese sostenute e ai protocolli sulla scuola sui quali l'opposizione ha chiesto delucidazioni.

Non sono mancate critiche in merito a quello che Libera definisce un “alleggerimento” delle misure anti-Covid. Il riferimento è agli eventi recenti. Su questo “siamo stati sciacalli - dice Marica Montemaggi – sfruttando la chiusura delle attività” altrove, come le discoteche. Per Guerrino Zanotti la questione potrebbe portare problemi con l'Italia. Non si tratta, dice, di essere “subalterni”, ma di usare “massima attenzione” su tali questioni. Niente sciacallaggio per Ciavatta che parla della ricerca di una garanzia di “libertà” e, allo stesso tempo, di “sicurezza”.

Il Segretario di Stato anticipa poi che anche la Francia sarà inserita nella lista dei Paesi al rientro dai quali sarà necessario il tampone. Diverse le altre questioni trattate. Tra queste, la richiesta delle minoranze di dati sulla violenza domestica. Un fenomeno non in aumento in termini di denunce, spiega Ciavatta, che annuncia una app per aiutare le donne a chiedere aiuto alle autorità. Altro tema discusso: la stabilizzazione dei precari Iss. Il Segretario, interpellato da Libera, spiega che riguarderà tutto il personale e non solo quello sanitario.